" cosa significa: i primi saranno gli ultimi e gli ultimi saranno i primi" La logica divina va molto piú in lá di quella veramente umana. Più grave è il peccato di ribellione, di indifferenza e di apostasia. Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi i primi» (Mt 19, 28-30). Primi si sentivano quei Giudei che al tempo di Gesù si credevano privilegiati (e sicuri) per l'appartenenza al popolo eletto e rifiutavano l'adesione a lui. 25Quando il padrone di casa si alzerà e chiuderà la porta, voi, rimasti fuori, comincerete a bussare alla porta, dicendo: “Signore, aprici!”. Il Vangelo di questa domenica si colloca poco prima dell’ingresso di Gesù nella città santa. Se vuoi saperne di più, consulta la cookie policy. "Voi, non so di dove siete. Nuova Diodati: Matteo 20,1-16. Beh, diciamolo con schiettezza: ci sorprende sentir parlare del cristianesimo come di una lotta a gomitate per trovare posto in paradiso, come si usa qualche volta oggi fuori dello stadio...; siamo così abituati, noi borghesi, a veder come un di più folklorico e festivo il nostro interessarci dell'anima, anzi ci sembra già troppo il venire noi con regolarità a messa tutte le domeniche...: cosa si vuole di più? Gli ultimi saranno i primi Commento alla liturgia della Domenica a cura di mons. La salvezza, se è dono di Dio, richiede però la nostra libera collaborazione, è uno sforzo difficile e vuole il massimo impegno: "Il Regno dei cieli - dice Gesù - subisce violenza e i violenti se ne impadroniscono" (Mt 11,12). Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi saranno primi». 30Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi». 28Là ci sarà pianto e stridore di denti, quando vedrete Abramo, Isacco e Giacobbe e tutti i profeti nel regno di Dio, voi invece cacciati fuori. Coloro che si ritengono i primi, i migliori, i ricchi e i potenti, addirittura, se non si comportano da umili, saranno esclusi dal "banchetto del Regno di Dio" (Luca 13,28 e Matteo 11). Il commento di Massimiliano Zupi Questa parabola potrebbe sembrare un’esortazione all’etica del lavoro: solo chi lavora entra nel riposo del regno. "Dio vuole che tutti gli uomini siano salvati e giungano alla conoscenza della verità" (1Tm 2,4). Questa lotta è simile a quella vissuta da Gesù al Getsemani, la scelta di abbandonarsi a Dio, al suo progetto, di fidarsi completamente di Lui: "Padre, non la mia ma la tua volontà sia fatta!" 27Ma egli vi dichiarerà: “Voi, non so di dove siete. b) Lettura del vangelo: Un sabato era entrato in casa di uno dei capi dei farisei per pranzare e la gente stava ad osservarlo. E' appunto l'obbedienza della fede. E molti di quelli che ora sono primi alla fine diventeranno ultimi; e molti di quelli che ora sono ultimi saranno primi». E allora, al posto di chi "sarà cacciato fuori", "verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio". E' una pena vedere battezzati che s'infatuano di religiosità indiane, o si fanno islamici, o, peggio, si vendono ai Testimoni di Jeova! (Mt. Certo, anche delle genti" (Epist.). XXI Domenica Tempo ordinario – Anno C. In quel tempo, Gesù passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. 16: Così gli ultimi: “I pagani, ultimi venuti, prendono il posto di Israele, chiamato per primo, Mt 8,10-11; 21,43. Questa è la vera e unica condizione per la salvezza. Il suo inequivocabile finale getta una luce sul mistero del regno di Dio e della sua accoglienza: così gli ultimi saranno primi, e i primi ultimi (Mt 20,16). Ed ecco, ci sono alcuni tra gli ultimi che saranno primi e alcuni tra i primi che saranno ultimi». Prima gli ultimi #primagliultimi perché "gli ultimi saranno i primi". Essere disoccupati è l’esperienza dell’inferno. Se è la fede, questa è aperta a tutti: "Forse Dio è Dio soltanto dei Giudei? Perciò io vi dico: A voi sarà tolto il regno di Dio e sarà dato ad un popolo che ne produca i frutti" (Mt 21,42-43). Perché non capiti alla fine di sentirci dire: "Non so di dove siete", "quando il padrone di casa chiuderà la porta". Dio non ha orari nel chiamarci: attende solo che noi gli diciamo di sì. Chi, leggendo queste righe non ha mai pensato: “Eh però non è giusto!”? Sarà la sorpresa sconsolata d'aver sbagliato tutto nella vita e d'aver perso le occasioni di Dio: "Signore, quando ti abbiamo visto affamato o assetato o straniero o nudo o malato o in carcere e non ti abbiamo servito? Invece quando sei invitato a nozze, va’ a sederti all’ultimo posto. Ma secondo voi, chi è più importante: chi siede a tavola, oppure chi sta a servire? Adamo ed Eva sono esistiti? 15.08.2016 – IL CLERO COLPEVOLE. Questa lotta è simile a quella vissuta da Gesù al Getsemani, la scelta di abbandonarsi a Dio, al suo progetto, di fidarsi completamente di Lui: "Padre, non la mia ma la tua volontà sia fatta!" Coronavirus. 16 Così gli ultimi saranno primi e i primi ultimi». E se ne andranno questi al supplizio eterno" (Mt 25,44-46). Eppure io sto in mezzo a voi come un servo , perché anche il Figlio dell’uomo è venuto non per farsi servire, ma per servire. Allora tu, pieno di vergogna, dovrai prendere l’ultimo posto. Quanto è affare più serio il problema della nostra salvezza! – «Gesù domenica scorsa disse: “Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi” – (Mt 20, 16), quindi il figlio “secondo” di quest’oggi ha compiuto correttamente la dinamica indicata dal Signore, poiché, se da primi dobbiamo farci ultimi, vale anche il contrario, ovvero da ultimi dobbiamo farci primi». Non lo è anche delle genti? Paolo della sua vita parla di una corsa e di una battaglia: "Ho combattuto la buona battaglia, ho terminato la corsa, ho conservato la fede" (2Tm 4,7). (Eb 12,4). Informativa: Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Allora egli risponderà loro: In verità io vi dico: tutto quello che non avete fatto a uno di questi più piccoli, non l'avete fatto a me. Osservando poi come gli invitati sceglievano volentieri i primi posti, per loro raccontò questa parabola : «Quando sei invitato a nozze, non occupare i primi posti, perché potrebbe esserci un invitato più importante di te: in questo caso lo sposo sarà costretto a venire da te e dirti: ‘Cedigli il posto’. 22Passava insegnando per città e villaggi, mentre era in cammino verso Gerusalemme. Gli ultimi saranno i primi Ascolta Pausa Stop Osservando poi come gli invitati sceglievano volentieri i primi posti, per loro raccontò questa parabola : «Quando sei invitato a nozze, non occupare i primi posti, perché potrebbe esserci un invitato più importante di te: in questo caso lo sposo sarà costretto a venire da te e dirti: ‘Cedigli il posto’. (Lc 22,42). In mezzo a voi, dunque, il più grande deve essere il servitore degli altri. Parole Nuove - Commenti al Vangelo e alla LiturgiaCommenti al Vangelo Dice la Lettera agli Ebrei: "Corriamo con perseveranza nella corsa che ci sta davanti, tenendo fisso lo sguardo su Gesù, colui che dà origine alla fede e la porta a compimento" (12,1). Allontanatevi da me voi tutti operatori di ingiustizia!". "Unico è Dio che giustificherà i circoncisi in virtù della fede e gli incirconcisi per mezzo della fede" (Epist.). "Signore, sono pochi quelli che si salvano?". Siamo ancora nella vigna del Signore. Gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi - Vangelo XXV Domenica. "E voi cacciati fuori". 26Allora comincerete a dire: “Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze”. Mercoledì della XX settimana del Tempo Ordinario Anno A Dal Vangelo secondo Matteo. Tutto è capovolto nel Vangelo: Dio sta dalla parte degli ultimi, degli umili, dei poveri: anzi, i veri imitatori di Gesù sono proprio loro che non hanno nulla. Quello che siede a tavola, non vi pare? Allontanatevi da me, voi tutti operatori di ingiustizia!”. E' la dura lotta del rischio vissuto da Abramo nella prova. (Mc 10,28-31) Riceverete in questo tempo cento volte tanto insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà. Dio ha un grande cuore (cf lGv 3,20), e se guardiamo con sincerità la nostra vita, allora sappiamo bene che qualunque cosa abbiamo lasciato per … Ma guai all'indurimento di cuore. Vincenzo Paglia vescovo di Terni - Narni - Amelia XXV Domenica del tempo ordinario - anno A . Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi». Tutti ricevono un denaro per ciascuno, anche gli ultimi vengono trattati come i primi, perché sono coloro che hanno accettato senza bisogno di contratti o di accordi, ma soltanto credendo alle sue promesse senza riserve che avrebbero ricevuto il giusto ("quello che è giusto, ve lo darò"): alla fine, è la loro obbedienza e fiducia a essere compensata. Disse loro: "Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi". La frase “Gli ultimi saranno i primi” in realtà ha a che fare con l’ego, con l’accettazione e con l’essenza divina, e in modo tanto semplice da stupire come mai sia un mistero per tante persone… d’accordo, la religione cattolica ha fatto il suo per distrarre molti individui, ma non è tanto questione della religione “di fuori”, quando dell’addormentamento “di dentro”. Ma manca una fede personale, manca quel lasciarsi trasformare dalla grazia dei sacramenti; è un cristianesimo d'abitudine, anonimo che .. sfiora un paganesimo borghese, magari pulito. 26-mag-2015 - Commento al #Vangelo di oggi: Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi saranno primi. Mt 20,1-16 I primi saranno gli ultimi. Dicevano gli antichi: "Dum tempus habemus.. finché abbiamo tempo facciamo il bene!". Quando hai bisogno, Qumran ti dà una mano, sempre. E beati i puri di cuore perchè vedranno Dio, tutto vero.Credere per vedere! Riguardo al Vangelo potremmo domandarci cosa cambierebbe per i primi operai se il padrone avesse pagato agli ultimi solo il salario effettivamente lavorato. 1 607 13 dic 2018. Gli ultimi saranno i primi e i primi saranno gli ultimi significato. Chi vorrà farsi grande, Dio lo abbasserà; chi resterà umile Dio lo innalzerà. E questo sarà per te motivo d’onore di fronte a tutti gli invitati. Forse l'invito è ad essere sempre pronti di fronte al giudizio di Dio; la libertà finisce. Ed ecco, vi sono ultimi che saranno primi, e vi sono primi che saranno ultimi». Magari - come è moda - con estetismi liturgici che snaturano l'autentica preghiera partecipata. Così gli ultimi saranno i primi e i primi ultimi". AUTORI E ISCRIZIONE - RICERCA, VII domenica dopo Pentecoste (Anno A) (31/07/2011). Avrebbero lavorato lo stesso tutto il giorno, sopportato il caldo e ottenuto quello che spettava loro, mentre gli ultimi sarebbero tornati a casa forse con nemmeno i soldi per pagarsi la cena. Come minimo ci discrimina rispetto alla cultura e al vivere pagano che ci circonda: "Larga è la porta e spaziosa la via che conduce alla perdizione, e molti sono quelli che vi entrano. Ora Qumran ha bisogno di te. Parole in libertà, in giorni senza libertà: chiusi per virus, non possiamo fare. Come smuovono il nostro cuore? Commento al Vangelo del giorno: Gli ultimi saranno primi. Sempre impressiona il fervore dei convertiti...: impressiona noi che prendiamo ancora la messa come una ministra riscaldata! Avvengono in tempi diversi della vita: alcuni da giovani, altri addirittura da anziani. (Mt 20,1-16) Gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi. Tutta questa parabola raccontata da Gesù è costruita sul gesto del padrone di “uscire” e “andare a prendere a giornata”. Quanto stretta è la porta e angusta la via che conduce alla vita, e pochi sono quelli che la trovano" (Mt 7,13-14). Agli Ebrei che avevano rifiutato il Messia, Gesù disse: "La pietra che i costruttori hanno scartato, diventata la pietra d'angolo. Chiudi Cosa ci suscitano queste parole di Gesù? - Clicca qui per sapere il perché. 23Un tale gli chiese: «Signore, sono pochi quelli che si salvano?». 101 23 set 2017. 3 1,2K 13 dic 2018. Siamo cristiani dalla nascita.., noi non possiamo non dirci cristiani! O la presunzione di una pratica cristiana soggettiva e non ecclesiale, e magari una morale.. del buon senso e di quel che fanno tutti! E quelli che nella comunità sono considerati ultimi, i più piccoli tra i fratelli, nella prospettiva del regno e del giudizio di Dio saranno i primi, Mt 18.10.1418”, scrive Fabris, che Dio non lascia mai mancare le sue occasioni di richiamo o di perdono. "Sforzatevi di entrate per la porta stretta". Come a dire: ci sarà posto anche per me? Giosuè, conducendo finalmente il popolo d'Israele entro la Terra Promessa, al passaggio del Giordano, volle si ricordasse quell'evento, tutto frutto della iniziativa - paziente - di Dio. Mi piace Condividi Translate. Ingiustizia è chiamato il dire e il non fare, o il fare senza fede e incoerente: "Non chiunque mi dice: Signore, Signore, entrerà nel regno dei cieli, ma colui che fa' la volontà del Padre mio che è nei cieli" (Mt 7,21). Parabola degli operai delle diverse ore 1 «Il regno dei cieli infatti è simile a un padrone di casa, che di buon mattino uscì per prendere a giornata dei lavoratori e mandarli nella sua vigna. Espandi. Cosi dice il Signore: “Io verrò a radunare tutti i popoli e tutte le lingue; essi verranno e vedranno la mia gloria. E gli altri che non vengono neanche...? Gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi - Vangelo XXV Domenica. Prendi un posto migliore’. Ci sorprende anche sentire che c'è calca per entrare nel Regno dei cieli: a noi parrebbe invece che tutti se ne infischino...! I primi saranno ultimi don Roberto Seregni XXV Domenica del Tempo Ordinario (Anno A) (21/09/2008) Vangelo: Mt 20,1-16 Questo è uno di quei brani del Vangelo che dovrebbero seriamente mettere in discussione la nostra fede e la nostra immagine di Dio. La parabola raccontata domenica scorsa da Gesù aveva come bersaglio i primi chiamati a lavorarci dentro. Precisiamo che questa lotta non è per pochi eroi che pensano di diventare bravi e così guadagnarsi il paradiso. 16 Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi». Così gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi». Libro di Isaia 66,18-21. Alberto Caprotti venerdì 17 aprile 2020 . Io porrò in essi un segno e manderò i loro superstiti alle genti di Tarsis, Put, Lud, Mesech, Ros, Tubal e di Grecia, ai lidi lontani che non hanno […] "Ho paura del Signore che passa...", diceva sant'Agostino, cioè di perdere le occasioni di Dio. 29Verranno da oriente e da occidente, da settentrione e da mezzogiorno e siederanno a mensa nel regno di Dio. 19.02.2017 – Dio distruggerà gli idoli che vi siete fatti. È una contrazione del proverbio “beati gli ultimi se i primi sono onesti”, che allude al fatto che più si procede nell'esame di una serie di persone, più si trovano colpe, difetti, pecche. Dio opera sempre per la salvezza di tutti, con gratuità, ma vuole che ci sia disponibilità, senza pretese, ad accogliere la sua iniziativa e a corrispondervi con serietà. 20, 1-16) È facile, leggendo la vita di chi sta vicino, vedere realizzarsi la parabola delle chiamate di Dio. Qumran2.net, dal 1998 al servizio della pastorale. Commento al Vangelo. (Mt 20,1-16) “Il regno dei cieli è simile a un padrone di casa che uscì all’alba per prendere a giornata lavoratori per la sua vigna”. "Non avete ancora resistito fino al sangue nella vostra lotta contro il peccato!" Un tale gli … A un certo punto la porta viene chiusa, e per chi sta fuori è troppo tardi. Avremo certo più responsabilità noi che siamo cresciuti da sempre in un ambiente saturo di stimoli e agli esempi di fede, rispetto a chi non ha mai conosciuto la salvezza di Cristo. Ma egli vi risponderà: “Non so di dove siete”. E quanto è facile che altri ci scavalchino..., noi chiusi nel nostro orizzonte secolarizzato che ci ostiniamo ancora credere il più evoluto..! La domanda sulla vita eterna deve essere sempre presente ad un cuore attento. By La redazione - 20/09/2002. "Abbiamo mangiato e bevuto in tua presenza e tu hai insegnato nelle nostre piazze". Settembre 20, 2014 Culture. Primi si sentono oggi quei cristiani che sono "del giro", sempre in chiesa, lavoro in parrocchia.., ma magari incoerenza tra fede e vita, litigiosi tra i gruppi, e soprattutto xenofobi nei confronti dei nuovi, degli ..altri che sono discreti e timorosi. Dio, che é Padre Misericordioso, semplicemente ci ama e la misura del suo amore é quella di non avere misura, come ci ha detto San Bernardo. Quando arriverà lo sposo, ti dirà: ‘Vieni amico ! Chiunque avrà lasciato case, o fratelli, o sorelle, o padre, o madre, o figli, o campi per il mio nome, riceverà cento volte tanto e avrà in eredità la vita eterna. O del fariseo nei confronti del pubblicano che si sente indegno di meritare una salvezza (Lc 18,9-14). (Mt 20, 1-16) Grazie alle parole di questa parabola possiamo contestualizzare molto meglio il significato della frase conclusiva. Che significa, ad esempio, che “gli ultimi saranno i primi e i primi ultimi” (v. 16)? Sulle orme del Vangelo: gli ultimi saranno primi e i primi, ultimi. Segnala; ... 510 11 apr 2019. Ma, più profondamente, è "ingiustizia" la pretesa di una salvezza derivante delle proprie opere: era il peccato che Gesù rimproverava ai farisei, e che rimprovera oggi a quelli che - come è nella parabola del figlio prodigo (Lc 15,25ss) - si mettono dalla parte del figlio maggiore. 2 858 3 dic 2018. 2) Ultimi che saranno primi Precisiamo che questa lotta non è per pochi eroi che pensano di diventare bravi e così guadagnarsi il paradiso. 24«Sforzatevi di entrare per la porta stretta, perché molti, io vi dico, cercheranno di entrare, ma non ci riusciranno.